BIBLIOTECA SCOLASTICA

La Biblioteca Scolastica dell' Istituto d' Istruzione Superiore Liceo Scientifico "F. Enriques" – Istituto tecnico e commerciale e per geometri "Europa Unita" di Lissone intende concorrere ai processi formativi della scuola, ponendosi come obiettivo di divenire un centro di promozione culturale per la vita scolastica e personale degli alunni e dei docenti, e come risorsa sul territorio.

Nata dalla fusione delle due precedenti biblioteche appartenenti ai singoli Istituti, il suo attuale patrimonio consta di più di 8.500 volumi destinati alla consultazione e al prestito. E' dotata di attrezzature multimediali, che permettono anche ricerche in rete. E' aperta normalmente in orario scolastico.

Cerca un libro nella biblioteca scolastica

Referente: Prof.ssa Wanda Sacchetto

REGOLAMENTO

SERVIZIO SCOLASTICO

ART. 1 La biblioteca, al servizio dei docenti, degli alunni e di tutto il personale scolastico, ha le seguenti funzioni:
● conservare e aggiornare il patrimonio librario;
● guidare gli studenti all'utilizzo del patrimonio librario;
● sostenere docenti e studenti nel lavoro di ricerca;
● archiviare e diffondere i materiali prodotti dall'Istituto.

ART. 2 Per l’organizzazione della biblioteca è prevista l’individuazione di un docente referente.

CONSULTAZIONE

ART. 3 La biblioteca è aperta al prestito e alla consultazione secondo un orario che viene comunicato alle classi e ai docenti ed esposto in bacheca. La biblioteca può essere aperta  anche in orario pomeridiano su richiesta e sotto responsabilità di insegnanti che garantiranno la sorveglianza e vigileranno sull’uso dei materiali e degli strumenti in dotazione.

ART. 4 L'ammissione nel locale biblioteca è subordinata al rispetto delle regole di convivenza imposte dalla frequenza di un luogo di studio.
È vietato
● parlare ad alta voce, fumare, introdurre cibi e bevande, utilizzare apparecchiature rumorose
(es. telefoni cellulari) e arrecare disturbo in qualsiasi modo,
● alterare la segnaletica affissa nei locali,
● introdursi senza autorizzazione nei locali,
● utilizzare apparecchiature e materiale di cui si serve il responsabile per l'espletamento delle
sue funzioni,
● danneggiare i libri e apporvi segni o annotazioni,
● occultare libri e portarli fuori dal settore di appartenenza, ricollocare libri sugli scaffali,
● portare fuori dai locali della biblioteca, anche temporaneamente, libri o altro materiale documentale, salvo quanto previsto dalle regole sul prestito, o casi eccezionali soggetti ad autorizzazione.
E' fatto divieto a tutti gli utenti di prendere in consultazione o in prestito materiale bibliografico prima che sia perfezionato l'iter dell'acquisizione e della catalogazione.
Senza pregiudizio del risarcimento di eventuali danni, le sanzioni previste per chi non ottempera a tali norme sono, a seconda della gravità delle infrazioni e delle recidive, il richiamo verbale, il richiamo scritto, l'esclusione temporanea, l'esclusione definitiva dall’utilizzo della biblioteca e la comunicazione al Dirigente Scolastico per gli eventuali ulteriori provvedimenti.
Il referente è a disposizione dell'utenza per la segnalazione di eventuali disagi o proposte di miglioramento dei servizi.

ART. 5 Le opere di carattere enciclopedico e altre opere di pregio non sono disponibili al prestito. La loro consultazione è consentita nei locali scolastici.

ART. 6 Il lettore non può portare fuori dalla biblioteca le opere ricevute in consultazione ed è responsabile della loro custodia.

PRESTITO

ART. 7 Il prestito di norma è riservato agli studenti, ai docenti, al personale non docente della scuola.

ART. 8 Vengono dati in prestito non più di due libri alla volta. Per motivi di studio segnalati dall'insegnante della materia (ricerche, preparazione all'esame di stato), possono essere concessi più libri contemporaneamente.
La durata del prestito è di 30 giorni. Il prestito è rinnovabile purché non vi sia stata nel frattempo un'altra richiesta per lo stesso libro.

ART.9 Il prestito si effettua esclusivamente nelle ore di apertura della biblioteca, ad opera del personale incaricato.
Sono esclusi dal prestito a domicilio: i Dizionari, le Enciclopedie, le Grandi Opere (consultabili in biblioteca o in classe). Di norma non sono soggetti al prestito neppure le riviste, i cd audio, i cdrom, le audio-video-cassette.
A discrezione del responsabile della biblioteca, si può derogare dall’esclusione del prestito solo per i docenti e per motivi didattici; in ogni caso il prestito eccezionalmente consentito non può superare i sette giorni.
In nessun caso è consentito il prestito di libri e/o materiale in dotazione alla biblioteca che non si trovi in buono stato di conservazione.

ART. 10 In caso di smarrimento o mancata restituzione del libro avuto in prestito, il richiedente sarà tenuto a rifonderne il costo alla scuola, secondo il listino prezzi più aggiornato.
Per gli studenti minori d’età saranno coinvolti i genitori.

ART. 11 Al lettore che, avendo ricevuto un'opera in prestito, la restituisca danneggiata, viene rivolto l’invito a provvedere alla sostituzione dell’opera con altro esemplare della stessa edizione.
Trascorsi inutilmente quindici giorni dall’invito suddetto, il lettore verrà escluso a tempo indeterminato dall’uso della biblioteca. Il referente della biblioteca provvederà d’ufficio alla reintegrazione delle opere mancanti addebitandone la spesa all’utente.

ART. 12 I volumi presi in prestito dovranno essere restituiti entro e non oltre il 15 maggio dell'anno in corso. Oltre tale data il prestito e la restituzione dei libri saranno concessi solo agli studenti che devono sostenere gli esami di stato e che dovranno restituirli tassativamente al termine degli esami stessi.

ENTRATA IN VIGORE E MODIFICHE

ART. 14 Il presente regolamento entra in vigore a partire dal 5/11/2012.

ART.15 Proposte di modifica al presente regolamento potranno essere avanzate per iscritto al referente.


 

 

 

 

Viale Martiri della Liberta', 124 - Lissone (MB) - Tel. 039 484836 - Fax. 039 465489 - eMail: miis00700a@istruzione.it